Visura PRA, si può richiedere online?

La Visura PRA costituisce un dossier completo che abbraccia un ampio spettro di dettagli relativi sia al veicolo che alla persona registrata come proprietaria. L’acronimo PRA, in connessione con il Pubblico Registro Automobilistico, sottolinea l’origine diretta di tutte le informazioni presenti nel certificato dall’archivio dell’ACI (Automobile Club d’Italia).

Questo documento riveste un’importanza significativa non solo per la sua capacità di fornire una gamma diversificata di informazioni, ma anche per la sua essenzialità nel completare la procedura di trasferimento di proprietà di un veicolo.

Stiamo discutendo di una pratica che emerge come una delle più comuni e richieste, richiedendo la presentazione di una documentazione specifica. Inoltre, la Visura PRA diventa un alleato indispensabile in questo contesto, offrendo un quadro completo e affidabile per facilitare il processo di trasferimento di proprietà del veicolo coinvolto.

Il Certificato PRA assume un ruolo di notevole importanza nel garantire un’identificazione accurata della proprietà effettiva di un veicolo, specialmente quando si tratta di determinare le responsabilità civili in seguito a incidenti stradali. Al contempo, si configura come strumento essenziale per rivendicare la titolarità di un veicolo in caso di furto.

In sintesi, questo certificato conserva una posizione di grande rilevanza e offre accessibilità sia attraverso la visita diretta agli sportelli fisici che tramite una procedura online. Esploriamo ora nel dettaglio le informazioni specifiche messe a disposizione da questo documento.

Visura PRA quando serve

La Visura PRA svolge una funzione essenziale nel contesto del trasferimento di proprietà di un veicolo, costituendo uno strumento di riferimento fondamentale in questo processo.

È importante sottolineare che le Visure ACI PRA sono limitate ai veicoli registrati nell’archivio giuridico, conformemente alla legge numero 187 del 1990. Prima di procedere con la richiesta di una visura per il cambio di proprietà, è essenziale tenere presente diversi aspetti chiave.

A titolo esemplificativo, vi sono costi associati a questa procedura, tra cui:

  • 27 euro per gli emolumenti ACI.
  • 32 euro per l’imposta di bollo relativa alla registrazione dell’atto di compravendita presso il PRA.
  • 10,20 euro per i diritti dovuti presso la Motorizzazione Civile.
  • 16 euro per l’aggiornamento del Libretto di Circolazione.

Naturalmente, è imperativo adempiere regolarmente al pagamento di ciascuna somma coinvolta in questo processo. La mancata osservanza di tale obbligo può comportare l’applicazione di sanzioni, il cui importo varia da circa 700 a 3000 euro, a seconda della natura della violazione commessa.

Le norme relative all’obbligo di effettuare il cambio di proprietà di un veicolo e le sanzioni ad esso associate sono disciplinate dall’articolo 94 del codice della strada.

In aggiunta, è consigliabile essere in possesso di un set completo di documenti, tra cui:

  • Il libretto di circolazione, un documento fondamentale per garantire la regolare circolazione del veicolo, ottenibile presso l’ufficio provinciale della Motorizzazione Civile.
  • Il modulo di autocertificazione TT2119.
  • Il codice fiscale e la carta d’identità dell’acquirente.
  • Un documento d’identità del venditore.
  • Il Certificato di Proprietà Digitale (noto anche come CDPD), rilasciato dal PRA, che attesta lo stato giuridico aggiornato del veicolo.

Visura PRA, come richiederla:

Molti non sanno che è possibile richiedere la visura PRA comodamente attraverso il canale telematico.

Per usufruire di questo servizio, è necessario accedere al sito web dell’ACI o di un servizio online autorizzato per avviare la procedura di richiesta della Visura PRA. Inserite le informazioni pertinenti relative al veicolo di vostro interesse, quali il numero di targa o il numero di telaio (VIN).

Successivamente, scegliete la tipologia di Visura PRA desiderata, potendo optare tra una visura completa o specifica in base alle vostre esigenze.

A questo punto, è opportuno procedere con il pagamento delle tariffe associate alla richiesta della Visura PRA, le quali possono variare a seconda del tipo di visura e del servizio utilizzato.

Il certificato della Visura PRA sarà poi recapitato direttamente via e-mail o attraverso il servizio online prescelto. Questo documento comprenderà tutte le informazioni richieste relative al veicolo e al suo proprietario registrato.

Una volta scaricata la Visura PRA, avrete la possibilità di utilizzare le informazioni per scopi legali o personali, quali il cambio di proprietà dell’auto, la verifica della sua storia o qualsiasi altra necessità.

Importante notare che i dati ottenuti tramite la Visura PRA sono di natura riservata e devono essere trattati nel rispetto delle leggi sulla privacy e delle normative locali.

Comments

comments